REGOLE DI COMPOSIZIONE IN FOTOGRAFIA

Analiziamo un immagine per scoprire alcune semplici regole di inquadratura

By massimiliano paradiso

In questo articolo analizziamo una fotografia , confrontandola con alcune delle regole di composizione più usate.

Analizzare l’immagine in questo modo ci aiuterà a capire meglio come utilizzare questi schemi di composizione.

Puoi approfondire il nostro lavoro navigando nel sito Photo CSI.

 

 

 

 

REGOLA DEI TERZI

 

Dividendo il fotogramma in 3 parti uguali sia in orizzontale che in verticale scopriamo una griglia che può aiutarci nella composizione fotografica.

Dove le linee si intersecano troviamo i punti forti dell’immagine, in questi punti dovremmo posizionare le parti dell’immagine che vogliamo valorizzare.

Allo stesso modo posizionando i nostri soggetti lungo le linee della griglia andremo a dare importanza ed equilibrio alla foto.

In questa immagine i soggetti posizionati in basso a sinistra non capitano su un punto forte dell’immagine, ma a bordo della linea forte. In questo caso posizionandoli forzatamente sul punto forte dell’immagine avremmo avuto come risultato più pavimento sulla parte bassa della fotografia e il taglio del tetto in alto, l’immagine sarebbe risultata meno piacevole, per me, quindi ho sfruttato la linea forte dell’immagine.

Non siamo sempre obbligati a mettere il soggetto in un punto forte, tutto dipende da ciò che abbiamo davanti.

 

 

 

TRIANGOLI

 

La presenza di triangoli all’interno dell’immagine , in genere, danno equilibrio e dinamicità alla fotografia. Quando abbiamo la possibilità di formare dei triangoli con linee, luci o parti del corpo ecc. sfruttiamola , molto spesso ci aiutera a rendere tutto più piacevole.

In questo caso le linee architettoniche degli edifici e delle scale sono state un valido aiuto nel risultato finale di questa fotografia matrimoniale.

 

 

 

SEZIONE AUREA

 

Questa regole di composizione ha bisogno di un articolo dedicato che faremo prossimamente. Si tratta della regola madre da cui tutto prende spunto, usata in pittura architettura e dalla natura stessa.

In questo caso sovrapponendo lo schema della regola aurea, notiamo che i soggetti capitano nel rettangolo in basso a sinistra , subito sotto il reale punto forte dell’immagine e all’interno del triangolo tra la linea di spirale e i lati del rettangolo in basso a sinistra. Notiamo solo che si adatta meglio alla sezione aurea che alla regola dei terzi (la regola dei terzi e una regola non precisa ricavata dalla sezione aurea).

Questo fa capire meglio perchè l’immagine risulti cosi piacevole anche se inizialmente adattandola alla regola dei terzi sembrava non così precisa.

 

 

 

Capisco che il ragionamento può sembrare contorto, ma in definitiva potrei dire che la regola dei terzi ci aiuta molto durante lo scatto, ma se vogliamo essere precisi e affinare ancora meglio la nostra composizione in fase di post-produzione la Sezione Aurea sarà molto utile e potrà migliorare ancora di più la vostra immagine.

 

Vi invito a visitare il nostro sito e a unirvi alla nostra pagina FB dedicata ai fotografi – Sensibili alla Luce –

1 commento

  1. […] -COMPOSIZIONE La regola compositiva più utilizzata per il paesaggio è sicuramente la regola dei terzi oppure la sezione aurea, in ogni caso vi rimando all’articolo che parla di queste regole compositive in generale, in attesa magari di scriverne uno dedicato alla composizione di paesaggi. Regole di composizione […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *